Bis di Damiani!

Bis di Damiani!

Se in gara due il podio finale è identico a quello di Gara 1, le modalità sono completamente diverse. Non per Damiani che vedi i suoi colleghi solo negli specchietti. Il Francese scatta bene e scompare all’orizzonte, lasciando Ferrario, Gaggianesi, Naska, e Ferloni a lottare tra loro.

La battaglia tra i tre anima i primi giri, mentre alle loro spalle Torelli trova uno spunto spettacolare al via e al termine del primo giro è già decimo, complice il ritiro di Pedrini.

E mentre Gaggianesi ha problemi con i track limits e Naska, Ferloni e Ferrario sono presi dalla bagarre, Torelli si fa sotto e non si lascia pregare: passa Messina (#3 DB Racing) e poi Ferloni sul Mistral, chiude il gap su Naska e Gaggianesi: ne nasce una meravigliosa lotta a tre, con tre protagonisti veloci, corretti e aggressivi, spettacolo puro!

La spunta Torelli, autore di una rimonta epica, mentre Damiani festeggia in solitaria sotto alla bandiera a scacchi e Naska batte Gaggianesi (comunque primo tra i Gentlemen) per il terzo gradino del podio.

Damiani: “La gara per me è andata molto bene, ho preso distanza subito dalle altre macchine; Torelli ha finito secondo, davvero niente male… Spero che domani non ci saranno problemi con i contatti e con i track limit, e che potremmo fare una bella corsa.”

Messina è settimo, primo degli Junior, Makarovski vince tra i senior dopo che il suo team, One Racing, ha fatto un miracolo per rimettere la vettura in pista dopo l’incidente di Gara 1